notizie on line di Frosinone e provincia

Al Braglia di Modena il Sassuolo supera per 5-3 il Frosinone  al termine di una partita da altri tempi con 8 reti e perlomeno con tante altre occasioni su entrambi i fronti. Si gioca in un pomeriggio con temperatura polare e con il terreno di gioco  in buone condizioni per trequarti di campo, poichè l’area di rigore sotto la curva sud dello stadio Braglia è completamente ghiacciata e quindi più adatta ad una pista di pattinaggio che a un campo di calcio. Il Frosinone si presenta con tre novità rispetto alla scorsa settimana: Scarlato e Gucher sostituiscono gli squalificati Terranova e Bottone e in avanti Stellone prende il posto di Sansone. Arbitra il signor Ostinelli di Como. Nei primi 15′ non c’è nulla da segnalare. Al 16′ Grippo toccato duro sin dall’inizio è costretto ad abbandonare il campo e con il Frosinone momentaneamente in dieci il Sassuolo passa in vantaggio. Rea pennella un cross dalla destra e Martinetti colpisce di testa insaccando. Entra Calil al posto di Grippo ed il Frosinone si spinge in avanti. Al 20′ Cariello dal limite impegna il portiere Bressan in una parata a terra. Al 22′ su calcio di punizione dal limite, Lodi colpisce l’incrocio dei pali, ma un minuto dopo i canarini pareggiano: su lancio di Lodi assist di testa di Santoruvo per Stellone che controlla e di sinistro insacca. Neppure il tempo di esultare e il Sassuolo torna in vantaggio. Cross dalla sinistra di Quatrini, dormita generale dei difensori ciociari e Martinetti mette in rete. Al 25′ Calil al volo, da buona posizione, si sinistro conclude fuori. Al 27′ calcio di punizione dal limite per il Sassuolo, la conclusione di Quatrini si stampa sul palo e sulla ribattuta Noselli a porta vuota conclude alto. Al 33′ su cross di Catacchini dalla destra Santoruvo solo in area colpisce di testa ma non riesce a battere Bressan che blocca a terra. Al 36′ ammonito Scarlato e al 40′ il Sassuolo segna la terza rete. Su calcio d’angolo provocato da una svirgolata di Santoruvo, c’è un colpo di testa di Polenghi, la palla schizza sulla fronte di Martinetti e termina in rete. Non ci sono altre occasioni ed il primo tempo termina con il Sassuolo in vantaggio di due reti e una punizione troppo pesante per il Frosinone che avrebbe senz’altro meritato qualcosa in più. Ad inizio ripresa Ben Djemia sostituisce Scarlato. Al 9′ ammonito Rea ed è lo stesso giocatore del Sassuolo che al 12′ con un tiro dal limite colpisce la parte superiore della traversa. Il Frosinone cerca di attaccare ma il Sassuolo è pericolosissimo in contropiede. Al 17′ Sicignano di piede anticipa Quatrini solo dinanzi a lui e al 20′ Sansone sostituisce Gucher. Un minuto dopo conclusione dal limite di Valeri che Sicignano devia in angolo. Al 24′ su cross di Troiano dalla sinistra, Noselli di piatto mette in rete con i difensori canarini ancora fermi come belle statuine. Al 27′ ammonito Calil. Al 28′ Noselli solo davanti a Sicignano conclude alto e subito dopo è ancora Noselli che conclude addosso a Sicignano. Sulla ripartenza, Sansone ben servito da Santoruvo conclude in diagonale e mette in rete. Ma ancora una volta il Sassuolo riparte immediatamente e Martinelli ancora incredibilmente solo segna la quinta rete, quarta sua personale, chiudendo di fatto la partita. Al 31′ nel Sassuolo De Falco e Catellani subentrano a Quadrini e Valeri. Al 36′ una punizione dal limite di Lodi termina fuori e al 46′ in pieno recupero Santoruvo con una bella girata al volo segna la terza rete dei ciociari. La partita termina con la vittoria del Sassuolo e con il Frosinone che termina l’anno con una bruciante sconfitta che a nostro avviso è da addebitarsi oggi soprattutto alla pessima prestazione della difesa che è stata più volte superata dagli attaccanti emiliani con una facilità irrisoria e l’assenza di Terranova non può essere una valida giustificazione. Bisogna correre ai ripari  perchè la situazione è sempre più preoccupante e così  non si può continuare.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: