notizie on line di Frosinone e provincia

Assistenza sanitaria, villaggio giovani, iniziative culturali ed enogastronomiche.

“La Regione Lazio è pronta per l’accoglienza dei pellegrini che domenica parteciperanno alla cerimonia per la beatificazione di Papa Giovanni Paolo II. Attraverso il grande impegno della Protezione civile regionale, mobilitata in forze per l’evento, e con il coordinamento della cabina di regia istituita dalla Regione a gennaio, è stato predisposto tutto il necessario per assicurare assistenza sanitaria, accoglienza e sosta dei giovani, punti enogastronomici, iniziative culturali”. Lo dichiara il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, facendo un bilancio delle attività messe in campo dalla Regione Lazio nel contribuire all’organizzazione della giornata del Primo Maggio.

“A Civitavecchia – spiega – è stato allestito il Villaggio Giovani, con 500 posti tenda, assistito dai volontari della protezione civile regionale, dotato di posti medici, 3 ambulanze, e una mensa. Imponente il dispiegamento di risorse per l’assistenza sanitaria attraverso il coordinamento tra l’Ares 118, gli ospedali e le Asl di Roma e provincia, al fine di assicurare interventi in tempi rapidi e in modo capillare nelle aree interessate dalla beatificazione. A Piazza Risorgimento è stato allestito un vero e proprio ospedale da campo, che include anche un minireparto pediatrico, mentre nei punti critici, limitrofi a piazza San Pietro, sono stati predisposti 17 Posti Medici Avanzati su tenda, presidi sanitari con personale medico e sanitario; circa 90 le ambulanze disponibili, dislocate nei pressi dei 17 punti medici, nelle aree di emergenza e nelle zone limitrofe alla città di Roma. Attraverso il numero verde dell’Ares 118 (800 118 800) sarà disponibile anche una consulenza multilingue”. Sempre per quanto riguarda l’assistenza sanitaria, il piano di intervento della Regione Lazio prevede: 100 squadre di barellieri, circa 400 persone, una auto medica a protezione supplementare della popolazione residente in zona San Pietro; una Unità di crisi 118, alla quale partecipano anche i tecnici dell’assessorato alla Salute, e che coordina le attività dell’Ares, degli ospedali, delle Asl e degli enti coinvolti come la Croce Rossa, la Protezione Civile e le associazioni di volontariato; una Unità di Interforze presso la Questura di Roma, un Nucleo per interventi speciali, un elicottero sanitario supplementare pronto ad alzarsi in volo per qualsiasi esigenza, Ponti Radio straordinari.

Polverini domani, sabato 30 aprile, alle ore 17 visiterà il Posto medico Avanzato allestito a piazza Pio XII. “Accanto all’impegno di mezzi e uomini per assicurare la massima assistenza in termini sanitari e di accoglienza, – aggiunge Polverini – abbiamo voluto promuovere anche altre iniziative per i pellegrini e quanti parteciperanno alla beatificazione. In collaborazione con Coldiretti abbiamo predisposto aree per la degustazione gratuita di prodotti tipici del Lazio: i punti enogastronomici saranno disponibili al Circo Massimo, a Testaccio e a via della Conciliazione. Voglio ricordare, inoltre che la Regione ha voluto omaggiare la figura di Karol Wojtyla anche con una serie di iniziative culturali”. La mostra fotografica, ‘La vita Apostolica e i percorsi Religiosi nel Lazio di Giovanni Paolo II’, dal 2 aprile al 2 maggio all’Auditorium della Conciliazione a Roma, e negli altri capoluoghi di provincia, ripercorre la sua vita apostolica e le visite pastorali nel Lazio, mentre l’opuscolo ‘Sulle orme di Giovanni Paolo II: il Lazio come pellegrinaggio mariano’, sempre realizzato dalla Regione, introduce tra i cammini religiosi regionali quelli ispirati al cammino di Karol Wojtyla tra i santuari del Lazio dedicati alla Vergine Maria, una vera e propria guida per riscoprire i luoghi di preghiera cari al Santo Padre, e ammirare le bellezze del Lazio attraverso il cammino religioso di Papa Wojtyla.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: