notizie on line di Frosinone e provincia

Archivio per aprile, 2015

ARRIVA ‘LO HOBBIT DAY’ E ROMA SI TRASFORMA NELLA TERRA DI MEZZO.

Hobbit3-InvitoEventoVILLA BORGHESE, CASA DEL CINEMA – 2 MAGGIO

In occasione dell’uscita dell’ultimo film della trilogia Lo Hobbit in Blu-ray e DVD, si celebrerà presso la ‘Casa del Cinema’ di Roma l’evento “Lo Hobbit Day”, un giorno interamente dedicato alla saga cinematografica con incontri, mostre, tantissimi giochi per i più piccoli, cucina, cosplay e naturalmente una maratona cinematografica. Tutto gratuito e ad accesso libero.

L’incredibile viaggio di Bilbo Baggins volge al termine con l’arrivo in formato home video (Blu-Ray™, Blu-Ray 3D™ e DVD) del film Lo Hobbit: La Battaglia delle Cinque Armate”, capitolo conclusivo della famosa saga firmata dal regista neozelandese Peter Jackson. Per celebrare questa occasione, Warner Bros. Entertainment Italia organizza, per il prossimo 2 maggio, un evento che in un giorno (dalle 10.00 alle 19.00), festeggerà l’intera saga cinematografica di Lo Hobbit e Tolkien in generale. Tantissimi gli appuntamenti che si susseguiranno presso la ‘Casa del Cinema’, nel cuore di Villa Borghese a Roma, in uno scenario perfetto per accogliere appassionati, famiglie e bambini. Arte e cultura, film, ma anche semplice divertimento per tutti, compongono il ricco programma della giornata.

Per gli appassionati una mostra di opere introvabili e rarissime, offrirà la possibilità di osservare prime edizioni italiane e inglesi, libri e lettere appartenute allo stesso J.R.R. Tolkien e ai suoi figli e, sempre a proposito di arte, l’evento si fregerà della presenza di Piero Crida, illustratore che mostrerà una serie di tavole diventate copertine di libri Tolkien dal 1970 al 1990. Ad affiancarlo anche una serie di tavole originali dal film di Bakshi del 1978. Presenti all’evento anche tutti i più famosi doppiatori italiani di Lo Hobbit, che incontreranno i fan dopo un incontro pubblico dove racconteranno aneddoti e segreti del loro lavoro. 

Una delle parti più suggestive dell’evento sarà però l’area esterna, che prenderà le sembianze di un villaggio Hobbit, dove sarà possibile interagire in maniera diretta con il mondo fantasy raccontato nella meravigliosa avventura tolkeniana. Oltre ai cosplay che popoleranno il villaggio, sarà possibile apprendere la scrittura elfica da uno dei più preparati esperti di elfico in Italia. Sempre nella stessa area sarà possibile osservare le repliche dei vestiti visti nel film. Spazio anche alla cucina della ‘Terra di Mezzo’, grazie alle ricette che saranno spiegate a chi desidera cimentarsi in piatti decisamente alternativi. Per le famiglie e per i più piccoli, un’area dedicata dove verrà raccontato come si divertono gli Hobbit, grazie all’organizzazione di una serie di giochi e momenti di intrattenimento diversi. Non mancherà, naturalmente, la possibilità di farsi una foto ricordo sfruttando i bellissimi scenari messi a disposizione nell’area set fotografico, oltre ai classici selfie con i cosplay che si contenderanno il podio che decreterà il miglior personaggio dell’Hobbit Day. 

L’evento, voluto da Warner Bros. Entertainment, ha visto la collaborazione sinergica di un grandissimo numero associazioni di appassionati di J.R.R. Tolkien come l’Associazione Collezionisti Tolkieniani Italiani; Sentieri Tolkieniani, Radio Brea, HobbitFilm.it, Dama Collection, il Gresinger Museum in Svizzera, il più grande museo al mondo dedicato a Tolkien, l’Associazione Eldalie; l’Accademia Medioevo, il FIOF, Fondo Internazionale per la Fotografia, oltre a esperti come Daniela Mastroddi e Luisa Vassallo.

Per informazioni lohobbitday@gmail.com oppure 0332 286630

Il Gruppo Warner Bros. Home Entertainment

Il Gruppo Warner Bros. Home Entertainment comprende le seguenti divisioni Warner Bros.: home video, distribuzione digitale, videogames, produzione direct-to-DVD, technical operations ed anti-pirateria. Il Gruppo Warner Bros. Home Entertainment è stato costituito con l’obiettivo di massimizzare ed ottimizzare gli scenari attuali e futuri di distribuzione di contenuti. Il Gruppo Warner Bros. Home Entertainment è altresì responsabile della distribuzione globale di contenuti attraverso il formato DVD, Blu-RayTM, electronic sell-through e VOD; inoltre è anche un editore di rilevanza mondiale di titoli videogames propri e di terze parti.

Con filiali in 90 Paesi,  Warner Home Video, società del gruppo Warner Bros. Entertainment Italia Srl, guida la maggiore infrastruttura di distribuzione nel mercato globale dell’home video.  Warner Home Video vanta una cineteca di valore assoluto, tanto in termini di quantità che di qualità, con titoli vecchi e nuovi selezionati dai cataloghi di Warner Bros. Pictures, Turner Entertainment, Castle Rock Entertainment, HBO Home Video e New Line Home Entertainment.

Ufficio Stampa – Laboratorio Comunicazione

Marco Giannatiempo

Via Spallanzani 6 – 20129 – Milano – Via Morosini 10 – 21100 – Varese

Tel . 0332 286630 – Fax. 0332 233616

Email: mgiannatiempo@laboratoriocomunicazione.com

©2015 Warner Bros. Entertainment Italia S.r.l. Tutti i diritti riservati.

AMAZON a Frosinone – Opportunità di rilancio per il territorio, creare LA PROVINCIA DEI SERVIZI.

amazon italiaIl sogno, adesso, si chiama Amazon. Il colosso statunitense del commercio elettronico ha intenzione di aprire un polo logistico nel centro Italia e in Ciociaria «vogliamo» con forza la nuova struttura, che garantirebbe una boccata d’ossigeno per l’occupazione, dopo la grave crisi di lavoro degli ultimi anni che ha portato anche alla chiusura di importanti industrie. Per centrare il traguardo, però, bisogna superare soprattutto la concorrenza di Passo Corese, in provincia di Rieti. Amazon rappresenterebbe una grande opportunità per tutta la provincia di Frosinone. Una occasione che dobbiamo essere bravi a cogliere. Quest’investimento da parte della multinazionale Amazon nel nostro territorio, rappresenterebbe una grande spinta per tutta l’economia provinciale. Dobbiamo, però essere bravi a fare squadra per vincere questa partita che la Ciociaria si sta giocando con la provincia di Rieti che in questo momento è in trattative avanzate anche con il Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Rieti. Per questo motivo occorre che tutte le istituzioni pubbliche e private comunali, provinciali e regionali si coalizzino per riuscire a portare l’azienda leader nel commercio elettronico nella nostra provincia mettendo in campo azioni concrete e immediate che rendano la nostra area ancor più appetibile per i nuovi investitori. L’importanza di questo progetto la si capisce dai gradi numeri che è disposta a fare il privato: 500 posti di lavoro nella fase di start up e oltre 2000 altri posti di lavoro quando l’azienda arriverà a regime. Cifre importanti che non possiamo lasciarci sfuggire. Noi Provincia di Frosinone siamo pronti a fare la nostra parte per garantire le migliori condizioni e convincere Amazon ad investire in Ciociaria.

Noi abbiamo una marcia in più di Rieti, la dorsale Autostradale e Ferroviaria con le infrastrutture immateriali che vedono la banda larga ad altissima velocità che è motivo di sicurezza informatica da parte della stessa azienda. Potremmo prendere spunto da questa prima iniziativa per creare a Frosinone LA PROVINCIA DEI SERVIZI con ghiotte occasioni di lancio e rilancio di altre multinazionali che si occupano di prestazioni alle imprese ed alle famiglie. Siamo a due passi da Roma che dobbiamo sfruttare come opportunità e questo potrebbe far si che la nostra realtà ciociara possa essere punto di riferimento per il centro sud in generale.

Noi vogliamo esserci e vogliamo recitare un ruolo centrale e di riferimento per l’intero paese,

Frosinone 28.04.2015

Il Consigliere Provinciale

Ing. Gianluca Qquadrini

Concerto il 30 aprile, coro gregoriano di Casamari al Giglio di Veroli.

coro_gregoriano30 aprile in occasione dei festeggiamenti della Madonna del Giglio, patrona della contrada omonima di Veroli, la messa alle ore 20,30 sarà animata dal coro di canto gregoriano Jucunda Laudatio dell’abbazia di Casamari. Lo stesso coro, composto da fedeli e diretto da padre Ildebrando Di Fulvio, solista padre Igino Vona, darà un concerto dopo la messa, dalle ore 21,30.

E’ stato il parroco don Stefano Di Mario ad invitare il coro di Casamari al Giglio per onorare Maria e S.Pio da Pietralcina; di quest’ultimo infatti si accoglieranno le reliquie durante la celebrazione.

Padre Pio, oil, 30x40cm, 05/2011

Padre Pio, oil, 30x40cm, 05/2011

L’evento è particolarmente indicato per le coppie di sposi e i fidanzati che si apprestano a compiere un passo così importante ed ovviamente per tutti coloro che amano il canto gregoriano. Il coro, che anima anche le messe domenicali (alle ore 11) nell’abbazia di Casamari, l’anno scorso ha inciso un cd.

Durante l’evento saranno inoltre esposti due quadri della pittrice Agnes Preszler: Maria col bambino,  liberamente ispirato dalla Madonna Sistina di Raffaello e un ritratto di S.Pio.

— Agnes Preszler www.ritrattista.eu

www.pagnes.tk

www.ungherese.tk 329/6494754 388/7587211

Veroli: Teatro Comunale: sabato 11 aprile alle 21 e domenica 12 aprile alle 18, “BRANCO Macbeth’s Game”.

brancoCarissimi amici appassionati di teatro,
per il quinto appuntamento con la rassegna teatrale Diverse Ribalte 2014/2015 “parte seconda” a grande richiesta dopo lo strepitoso successo dello spettacolo FLY – vi invitiamo al Teatro Comunale di Veroli, sabato 11 aprile alle 21 e domenica 12 aprile alle 18, per assistere allo spettacolo teatrale intitolato “BRANCO Macbeth’s Game”, messo in scena dalla compagnia teatrale “Altro Confine”, scritto e diretto da Roberta Sciortino.
Per le prenotazioni contattate il numero: 338.9214126
Vi aspettiamo numerosi!!

Associazione Culturale Oltre il Muro.

SINOSSI: 
Branco: Macbeth’s Game.”
Sinossi e note di e note di Regia Come suggerisce il titolo stesso, alternando buio e luce, dramma e satira, lo spettacolo “gioca a mettere in scena” la più sanguinaria delle opere shakespeariane. Cupa e fatale, come accade anche in Shakespeare, la scena si apre con un branco di buffoni, fisicamente deformi, sporchi, emarginati, sacrileghi e satirici. Questi, puntando il loro sguardo tagliente e il loro sorriso ironico sul pubblico, si staccano dal branco, trasformandosi, di volta in volta, nei vari personaggi dell’opera. Lady Macbeth è la prima a fare il suo ingresso. La dimensione del rito appare fondamentale fin a subito, ed Ecate, nella sua veste di “colei che benedice”, è già co-protagonista della scena. Ma anche le tre streghe, indisciplinate, perfide e goliardiche, fanno da contro altare alla preghiera della Signora di Fife. Il secondo ad uscire dal branco , costantemente in scena, a commento delle vicende rappresentate, è Macbeth, accompagnato dal fidato Banquo. In questa circostanza avverrà la prima profezia che proclamerà il fedelissimo Macbeth, prima signore di Glamis e poi Re. Sarà Banquo a mettere in guardia il condottiero dalle insidie dei signori del male e Macbeth, ancora lontano dalle tentazioni del potere, si proclamerà non indifferente a tali prospettive, ma assolutamente deciso a non far nulla di più di quello che il “destino” ha in serbo per lui. Sarà Lady Macbeth infatti,sconcertata dalla volontà fiacca e dalla cattiveria inesistente del suo sposo, e sostenuta dalle tre profetiche sorelle, che inizierà a tessere la tela che coinvolgerà se stessa e Macbeth nella spirale verso l’auto distruzione. I piani sanguinolenti di Lady Macbeth diverranno miele dolce per Macbeth che, giunto a casa, poco prima dell’arrivo del Re Duncan, dopo la loro vittoria in battaglia, verrà soggiogato dalla sua signora, con armi sorprendentemente femminili. L’arrivo del Re al castello di Macbeth, è già palcoscenico di inganno e di morte. Il gioco dei buffoni si accentra e si stringe come una morsa sempre più stretta intorno alle vittime della coppia omicida. Da adesso in poi, le morti si susseguiranno sempre più rapide e violente,per raggiungere l’agognata corona, fino alla totale perdita di umanità da parte di entrambi. E se da una parte le sorti dell’uomo Macbeth e della donna Lady Macbeth saranno sempre più invischiate con i destini di morte, l’elemento “demonico” dell’opera cresce e prende il sopravvento, facendosi beffa delle stupide voglie dell’uomo, della sua cupidigia e della sua voglia di potere. Tra tuoni e fulmini, dopo la morte di Banquo e di Lady Macduff, Ecate e le tre sorelle fatali, segneranno, con la loro seconda profezia e con il “gioco” delle apparizioni, la fine del nefasto regno di Macbeth, già orfano della sua spietata matrigna. Lady Macbeth infatti, sarà la prima, tra i due, a lasciare il trono, uccisa prima che da una corda, dalla sua follia disperata. Nessuno degli incantesimi dei demoni serviranno a proteggere Macbeth dal suo destino. La giustizia e la vendetta presenteranno al nuovo Re il loro salatissimo conto, e solo la testa decapitata di Macbeth porterà un nuovo equilibrio in terra di Scozia. Saranno i buffoni che raccoglieranno gli insegnamenti di questa tragedia, così breve ma così spietata. Loro che, da emarginati e rifiutati dalla società intera,osservando da fuori i raggiri del labirintico sopravvivere dell’uomo, adesso potranno puntare il dito contro la falsità delle belle apparenze, dietro le quali si cela, fin troppo spesso la bruttezza dell’animo umano. La regia ha scelto l’elemento drammaturgico del “Buffone allegorico medievale” perchè permette di entrare e uscire continuamente dalla storia, concedendo il lusso allo spettatore, di avere costantemente più punti di vista rispetto alla trama, giocando sul doppio registro del “teatrale” e del “meta teatrale” e accendendo punti di satira brillante nel bel mezzo del dramma più cupo. Le figure che “giocano” a raccontare la storia, vengono da lontano, nel tempo e nello spazio, hanno un senso di giustizia severa e ancestrale, non si proclamano portatori di verità ma sono perfettamente in grado di mostrare la realtà, già caria di violenza così com’è , come fossero uno specchio, un riflesso. La risata si spegne nel gelo e sfocia nel sospiro amaro, fino alla proclamazione della fine di ogni cosa,compresa la possibilità di recuperare in qualsivoglia modo.

Napoli. Ennesima grande serata di musica il 30 marzo al Goodfellas Napoli per il Pazo Contest, quarta serata della seconda fase. A seguire quella del 7 aprile.

16881_386965318171999_6797946550920748151_nNapoli. Ennesima grande serata di musica il 30 marzo al Goodfellas Napoli per il Pazo Contest!

Davvero difficile fare sì che si perpetui, di volta in volta questa realtà davvero nuova, creata dagli organizzatori dell’iniziativa musicale, finalmente qualcosa di autentico e originale che riguarda la musica vera e non quella dei “palazzi della musica”. Strade aperte per chi vuole sfondare nel mondo artistico, senza dover ringraziare nessuno e inchinarsi a nessuno. I complimenti dei giudici alle tre band che si sono avvicendate sul palco! Come al solito, però, occorre scegliere un vincitore per cui passano in semifinale gli SNOOZE,mentre per il momento si ferma la corsa dei KITSCH che hanno presentato al Pazo: 1 Shades of dawn; 2 Beautiful; 3 Just a wave; 4 Turn around e dei GENERAL BROTHERS, che nella loro pagina FB hanno scritto in precedenza: -“Lunedì sera saremo a Napoli per il secondo round del Pazo Contest! Venite ad ascoltarci e sostenerci Suoneremo quattro pezzi originali ed incontreremo altre due band. Vi aspettiamo con una birra, un panino e tanta buona musica!”- E certamente l’hanno fatto. Ricordiamo anche in questa occasione che al termine di tale fase, ci sarà il ripescaggio di ben quattro band tra tutte quelle eliminate proprio in questa fase sulla base dei punteggi ottenuti nelle proprie esibizioni.
10456255_386965038172027_3897012214973685655_nGli organizzatori ringraziano dalle pagine facebook il GoodFellas Napoli, Bob Gallino e il suo magnifico staff, Salvo ParrellaValentina D’Aiuto per le foto, Giusiana Fusco per il supporto organizzativo, il grande Saverio Senzio di WEBRADIONETWORK, Silvio Speranza dell’Arte dei rumori Studio, l’Accademia dei Parmenidei (Ufficio Stampa) e il “vaporetto.com” per l’aiuto divulgativo costante, la giuria tecnica e i ragazzi di INCOLORE COMMUNICATION.
Ovviamente quello che rende vive le serate è lo splendido pubblico del Pazo Contest che segue puntualmente la manifestazione e senza il quale verrebbe meno il vero motore di questo evento che ormai raccoglie sempre più consensi.

11130197_386967498171781_7837838408200717081_nUno “scontro”sempre amichevole, alla luce della chiarezza, con la convinzione che a qualcuno si può essere piaciuti di meno, anche essendo bravi, difatti Marco Postiglione, ossia il cantante del gruppo KITSCH ,scrive sulla pagina facebook del Pazo:-: E’ stata una serata magnifica di musica. Dispiace essere usciti, credevamo di poter arrivare infondo ma gli Snooze hanno mostrato gli artigli! Bravissimi loro , con un cantante strepitoso. Bravi anche i Brothers che hanno portato sul palco un genere molto difficile ma con grande passione e armonia. Grazie a tutto lo staff del Pazo Contest , e al Goodfellas Napoli . In bocca al lupo a tutti i vincitori! grazie ai giurati… In particolare uno che ci ha citati come i migliori della serata. Non ricordo il nome ma desideravo ringraziarlo!  il meno giovane dei 3!”-

uno per blogE Toni Napolitano, Voce/chitarre degli SNOOZE : -“Serata vibrante, su questo credo non ci siano stati dubbi. Abbiamo apprezzato il coraggio dei General Brothers e la maturità musicale dei Kitsch. Complimenti sentiti!! Un grazie alla giuria e all’organizzazione. Superata anche la seconda fase del Pazo Contest! Grazie a tutti!!”. Martedì 7 aprile alle ore 21.00 ci sarà la dodicesima serata del PAZO Contest 2015 by BECK’S, l’ultima della seconda fase eliminatoria. Dopo aver decretato le 15 band che proseguono il loro cammino al Pazo, si mischiano le carte e si riparte!
3Nella serata precedente, come precisato, hanno passato il turno gli “SNOOZE”, in quella del 7 aprile si sfideranno per avere accesso alle SEMIFINALI tre interessanti realtà del panorama musicale partenopeo. Sul palco del Goodfellas NAPOLI saliranno difatti: -THE TRICK- feat. ESSERELÁ – L’ERBA SOTTO L’ASFALTO. La novità principale di questa seconda fase eliminatoria è che le band potranno suonare quattro brani a testa. “Per quanti si mettano in contatto soltanto ora” ricordiamo che il vincitore sarà scelto a seguito di una serie di sfide tra le band e il giudizio di ogni singola data sarà così ripartito: 60% giuria tecnica – 40% giuria popolare. Come già per la passata edizione la giuria tecnica è composta di volta in volta da tre membri scelti tra persone appartenenti professionalmente o meno, al mondo della musica. Naturalmente il pubblico si affretterà ad essere presente per aiutare le band che prediligono, perché le schede di voto della giuria popolare verranno distribuite in maniera casuale e in numero limitato alle 22.30 Novità di questa edizione: sarà nominato, tra le band partecipanti alla finale, il miglior musicista”.

L’organizzazione del PAZO Contest by BECK’S mette a disposizione dei vincitori:

1) Una registrazione presso lo studio professionale “L’arte dei Rumori” di un brano scelto dalla band tra quelli proposti al contest;

2) La registrazione di un videoclip professionale girato da “Incolore Communication”;

3) Articoli di giornale sia sul cartacei che sul web da parte di testate giornalistiche e siti che seguiranno l’intera manifestazione. Sarà permesso inoltre a tutti i partecipanti di disporre di una intervista radio. Per quanto riguarda lo svolgimento delle serate: In ogni data si sfideranno tre band e una di queste verrà eliminata nella prima fase eliminatoria; nella seconda fase eliminatoria su tre band presenti ne verranno eliminate due.
Nelle fasi successive alla prima sono previsti possibili ripescaggi, fino a giungere alla finale .con la presenza di sole tre band.

Gli organizzatori del “Pazo Contest” vi aspettiamo per un’altra grande serata all’insegna della musica emergente INEDITA a Napoli e sono convinti che si stiano vivendo le stesse emozionanti serate del precedente.

Bianca Fasano.

Roma: “Percorsi d’Autore”: Elio Pecora incontra Andrea Gareffi.

fuisNella sede romana della fuis:

incontri, conversazioni con poeti,

Romanzieri, saggisti

“Percorsi d’Autore”:
Elio Pecora incontra Andrea GareffiGareffi

Sede della Fuis, Roma – Piazza Augusto Imperatore, 4

Martedì 7 aprile ore 17.30

ROMA – Martedì 7 aprile 2015 alle ore 17.30 la Federazione unitaria italiana scrittori (FUIS) , nell’ambito della rassegna culturale “Percorsi d’Autore”incontri/conversazioni con poeti, romanzieri e saggisti, curata da Elio Pecora, ospiterà Andrea Gareffi.

In tale occasione si parlerà del libro “Montale antinomico e metafisico” (ed. Le Lettere).

Andrea Gareffi ordinario di letteratura italiana all’Università romana di Tor Vergata, ha pubblicato fra l’altro nel 2000 “Montale, la casa dei doganieri”. Si è occupato di diversi autori italiani dall’Umanesimo al Novecento.

Dal libro Montale antinomico e metafisico” (ed. Le Lettere)

“ … I grumi della contraddizione si fanno travolgenti, le incongruenze sistematiche. Ben al di là dell’ “ossimoro permanente”, qua anche il titolo ruota su se stesso. Ma qualcosa di più complesso ancora, meglio forse che altrove, testimonia di quanto Montale abbia consapevolezza di aver scritto un solo libro, secondo due prospettive opposte e congiunte:< ho scritto un solo libro di cui prima ho dato il recto, ora do il verso. IL recto era Forse un mattino andando , che a sua volta presenta varianti, una antinomica: Vedrò compirsi il miracolo) sorprenderò il miracolo: la forma passata in giudicato assegna all’io il ruolo passivo del testimone; quella iniziale gli assegnava un ruolo attivo…”.

Gli incontri letterari di “Percorsi d’autore” sono iniziati il 4 novembre 2014 e si svolgono ogni martedì alle ore 17.30 presso la sede della Fuis, in piazza Augusto Imperatore, 4 a Roma (in prossimità dell’Ara Pacis).

Ingresso libero. L’evento può essere seguito in diretta streaming sul sito www.fuis.it.

L’ultimo appuntamento del mese di aprile sarà con Valerio Magrelli, autore del libro di poesia “Il sangue amaro” (ed. Einaudi).

PERCORSI d’AUTORE

Incontri-conversazioni con poeti, saggisti, romanzieri

a cura di ELIO PECORA

Programma 2015

martedì 7 aprile 2015, ore 17,30

incontro con Andrea Gareffi

per il libro : Montale antinomico e metafisico, ed. Le Lettere

martedì 21 aprile 2015, ore 17,30

incontro con Valerio Magrelli

per il libro di poesia: Il sangue amaro, ed. Einaudi 2014

FUIS – Piazza Augusto Imperatore, 4 – ROMA

Ufficio Stampa

Maria Rita Parroccini – giornalista

mariaritaparroccini@gmail.com

www.fuis.it

Giro della Ciociaria Master-Trofeo Evona Cicli: Federico Colone, buona la prima a Castelliri !

Castelliri preparativi per la partenzaIl brutto tempo non ha guastato il sabato ciclistico di Pasqua in terra ciociara: una settantina gli atleti da Lazio, Campania, Abruzzo e Molise al via del Trofeo Evona Cicli, valevole come gara di apertura del Giro della Ciociaria Master.

La pioggia caduta a intermittenza ha condizionato in parte lo svolgimento della gara sul circuito di 9 chilometri, ripetuto nove volte, tra Castelliri, Isola Liri e la salita dei Cartoni (celebre per i tanti passaggi in cima della classica per dilettanti La Ciociarissima) ma che non ha impedito a Federico Colone (Evona Cicli) di mettere la propria firma sulla vittoria dopo 81 chilometri di corsa.

Colone è stato tra i protagonisti di un vivace drappello di attaccanti comprendente Alfonso Conti (Lazio Sud), Amato Buononato (Team D’Aniello), Stefano Buttarazzi (Evona Cicli), Valerio D’Emilio (Effetto Ciclismo Fiano Romano), Luigi Auricchio (The Panthers) e Gianni Cipollone (Ciociaria Bike) in evidenza negli ultimi 30 chilometri arrivando a guadagnare un vantaggio massimo di una trentina di secondi.

Castelliri al via Deborah MascelliQuasi un clamoroso colpo di scena in vista dell’ultimo chilometro: con il gruppo in forte recupero alle spalle dei sette fuggitivi, Colone (primo di categoria A3) non si è perso d’animo ed è riuscito ad imporsi con grande forza su D’Emilio (primo di fascia A5) ed Auricchio (primo tra gli A6), con il quarto posto ad appannaggio di Cipollone (primo tra gli A4), il quinto di Conti e tutto il resto del plotone regolato da Vincenzo Cammisola (Cicli Rebike) che aveva quasi agganciato i battistrada.

Menzione d’onore anche per il gentilsesso rappresentato in gruppo da Deborah Mascelli (Effetto Ciclismo Fiano Romano) dominatrice della sua fascia oltre a Mario Cancanelli (MB Lazio Ecoliri), Fabrizio De Amicis (Mb Lazio Ecoliri) e Crescenzo Sabatino (Team D’Aniello) rispettivamente leader delle categorie A7, A8 e A9.

Castelliri Emanuele Vona festeggia Federico ColoneAlla presenza degli ex professionisti Franco Vona ed Emanuele Vona (titolare del negozio Evona Cicli che ha co-organizzato l’evento insieme alla MB Lazio Ecoliri di Roberto Cancanelli oltre ad aver messo in palio tanti premi tecnici e in natura), per tutti la soddisfazione di aver partecipato e dato il meglio in un piovoso sabato alla vigilia di Pasqua ma pronti a rimettersi subito in sella per la seconda prova del Giro della Ciociaria a Roccasecca Scalo, lunedì 6 aprile, giorno di Pasquetta, con il Trofeo Terre di San Tommaso.  

ORDINE D’ARRIVO CASTELLIRI TROFEO EVONA CICLI

  1. Federico Colone (Evona Cicli – 1.A3)
  2. Valerio D’Emilio (Effetto Ciclismo-Fiano Romano – 1.A5)
  3. Luigi Auricchio (The Panthers – 1.A6)
  4. Gianni Cipollone (Ciociaria Bike – 1.A4)
  5. Alfonso Conti (Lazio Sud – 2.A6)
  6. Vincenzo Cammisola (Cicli Rebike – 2.A4)
  7. Carmine De Iulis (Team D’Aniello – 3.A4)
  8. Mario Sgambato (Team Valle di Suessola – 3.A6)
  9. Amato Buononato (Team D’Aniello – 4.A4)
  10. Pasquale Arabi (Asd Nettuno Rock – 2.A5)
  11. Ottavio Candeloro (Frecce del Golfo – 4.A6)
  12. Francesco Saccucci (Asd Alonzi Bike – 2.A3)
  13. Mario Cancanelli (MB Lazio Ecoliri – 1.A7)
  14. Gianpaolo Rossini (MB Lazio Ecoliri – 5.A4)
  15. Domenico Iachetta (Team Valle di Suessola – 5.A6)
  16. Massimo Somma Catello (Team D’Aniello – 3.A3)
  17. Emanuele Pisani (Ora et Labora – 6.A6)
  18. Federico Rosato (Cicli Rebike – 4.A3)
  19. Stefano Buttarazzi (Evona Cicli – 3.A5)
  20. Massimo Costa (MB Lazio Ecoliri – 2.A7)
  21. Pietro Communone (Asd Splinter Bike – 4.A5)
  22. Giancarlo Pagano (Celeste Kento Avvenia – 7.A6)
  23. Fabrizio De Amicis (MB Lazio Ecoliri – 1.A8)
  24. Rocco Viselli (Real Cycling – 3.A7)
  25. Crescenzo Sabatino (Team D’Aniello – 1.A9)

CLASSIFICA A SQUADRE

  1. MB Lazio Ecoliri 290 punti
  2. Cicli Rebike 190
  3. Asd Alonzi Bike 100
  4. Frecce del Golfo 100
  5. Effetto Ciclismo-Fiano Romano 100
  6. Team D’Aniello 90
  7. Asd Nettuno Rock 90
  8. Asd Splinter Bike 80
  9. Real Cycling 80

Castelliri i leader del Giro della CiociariaI LEADER DEL GIRO DELLA CIOCIARIA DOPO LA PRIMA PROVA

Donne: Deborah Mascelli (Effetto Ciclismo Fiano Romano)

A3: Francesco Saccucci (Asd Alonzi Bike)

A4: Vincenzo Cammisola (Cicli Rebike)

A5: Valerio D’Emilio (Effetto Ciclismo-Fiano Romano)

A6: Ottavio Candeloro (Frecce del Golfo)

A7: Mario Cancanelli (MB Lazio Ecoliri)

n.b. elenco atleti abbonati che concorrono alla classifica per tutte e quattro le prove in calendario

PROGRAMMA GARE 6-11-12 APRILE

Lunedì 6 aprile Roccasecca Scalo: Trofeo Terre di San Tommaso, ritrovo ore 7:00 Piazzale della Stazione, partenza ore 9:00, circuito di 20 chilometri da ripetere 4 volte con coefficiente di difficoltà medio-alto. Lezioni di spinning in piazza, musica, pasta party, grigliata di carne per tutti i partecipanti e accompagnatori. Per gli atleti è incluso nel pacchetto con apposito tagliandino mentre per gli accompagnatori il costo è di euro 10 bevande escluse per tutti. Inoltre sarà possibile prenotare tavoli all’atto delle preiscrizioni. Per i bambini delle società federali impegnati nella gara su strada del pomeriggio, pranzo gratis.

Gara Giovanissimi Strada FCI Lazio: percorso su circuito cittadino pianeggiante da ripetersi secondo regolamento. Ritrovo: Via Piave – Roccasecca – Fr alle ore 13.00, Partenza alle ore 15.00

Sabato 11 aprile Aquino: Trofeo San Tommaso partenza ore 15:00, circuito di 20 chilometri da ripetere 4 volte (percorso ondulato).

Domenica 12 aprile  Cassino: Memorial Giovanni Coletta, partenza ore 9:00, circuito pianeggiante di 18 chilometri da ripetere 4 volte con ultimo giro sulla salita di Cervaro e linea d’arrivo dinanzi il negozio Professional Cycling.

PUNTEGGI E CLASSIFICHE TAPPE

Le classifiche di categoria saranno stilate assegnando i seguenti punteggi: 1° P. 100 – 2° P. 90 – 3° P. 80 – 4° P. 70 –  5° P. 60 –  6° P. 50 –  7° P. 40 – 8° P. 30 –  9° P. 20 – 10° P. 10 – dall’undicesimo all’ultimo 1 punto.

Al termine di ogni tappa sarà stilata la classifica generale e quella di categoria sia per cicloamatori e che per i cicloturisti (per loro classifica unica). Nella tappa successiva, tutti i leader delle varie categorie dovranno obbligatoriamente indossare la maglia che sarà loro consegnata alla premiazione di tappa, pena l’esclusione dalla manifestazione. In caso di parità prevarrà il miglior piazzamento .

ISCRIZIONI E MODALITA’

È consentita la partecipazione alle prossime tappe pagando 15 euro ma non saranno inseriti nella classifica del circuito e quindi parteciperanno esclusivamente alla classifica di tappa oltremodo non incideranno nell’attribuzione dei punteggi della categoria stessa.

L’iscrizione dà diritto al pacco gara, all’assistenza sanitaria e meccanica (eventuali pezzi di ricambio saranno a carico dell’atleta soccorso) alla premiazione finale e di tappa.

 PREMIAZIONI

Ad ogni tappa saranno premiati i primi tre assoluti e i primi tre di ogni categoria. Sarà assegnata la maglia di leader per tutte le categorie. Nell’ultima tappa sara’ effettuata solo la premiazione finale della classifica generale di ogni categoria e saranno premiati i primi 3 di tutte le categorie.

http://www.gsmblazio.it/

Luca Alò
luca-alo1981@libero.it

luca_alo1981@libero.it

Cloud dei tag