notizie on line di Frosinone e provincia

spettacoli

teatro-olimpico-roma1TEATRO OLIMPICO ROMA. Sedici straordinarie proposte per otto mesi di entusiasmante spettacolo dal vivo è la formula vincente del cartellone 2013/2014 del Teatro Olimpico. Da ottobre a maggio, un susseguirsi di appuntamenti per tutte le passioni, dall’allegria della commedia al piacere della musica, dallo svago del cabaret alla bellezza della danza.

Anche quest’anno è il Direttore Artistico Lucia Bocca Montefoschi a rivolgersi in prima persona ai propri spettatori: “Desideriamo dire insieme: guardiamo al futuro con forza. Per questo vi proponiamo una stagione energica, densa di eventi e ricchissima di varietà. Perché crediamo davvero che oggi sia il momento giusto per cercare la gioia anche nella quotidianità, nelle piccole scelte di tutti i giorni, come passare una sera a teatro con le persone a cui vogliamo bene.”

Da sempre l’Olimpico si contraddistingue nel presentare al pubblico stagioni che abbracciano tutti i generi, pronto ad offrire la massima qualità senza dimenticare una grande attenzione alla fruibilità anche dal punto di vista economico. Sono moltissimi i protagonisti della scena italiana e internazionale che attendono i frequentatori dello storico teatro romano, tra debutti assoluti per questo palcoscenico e nuove proposte di affezionati artisti che qui sono ormai di casa.

canticaInaugura la stagione Cantica di Emiliano Pellisari, che torna con i suoi ballerini acrobati della NoGravity Dance Company nel secondo capitolo del fortunato progetto legato alla Divina Commedia. Il medioevo fantastico di Dante prende vita nelle suggestive immagini create dall’arte illusoria delle macchine barocche. Corpi nudi tra grandi onde iridescenti si librano nell’aria in intensi e immaginifici quadri allegorici. Fanno da sfondo le scale di Escher e la grande musica classica: da Bach a Mozart, da Vivaldi a Satie, fino a Xenakis, per accompagnare una danza che diventa chiave d’ingresso al mondo dello stupore. (8 – 20 ottobre)

pagagniniSempre ad ottobre l’Accademia Filarmonica Romana presenta PaGAGnini, un gioioso concerto sui generis campione d’incassi in Europa per un pubblico di tutte le età. In scena un quartetto d’archi, elegante e raffinato, comincia a suonare serio e composto. Sembra l’inizio di un normale concerto di musica da camera, ma l’armonia degli strumenti s’intoppa: i violinisti sobbalzano a tempo, il violoncellista impugna le nacchere e prende così vita una divertente e travolgente caricatura dei riti e dei cliché della grande “classica”. (22-27 ottobre)

ammazzaSpetta ad Alessandro Di Carlo dare avvio al filone della comicità con Ammazza che robba!!!. È un cabaret dissacratorio e spassoso quello a cui Di Carlo si dedica da sempre e che lo ha visto protagonista in tutta Italia per il suo amato pubblico dal vivo, così come nelle molte produzioni televisive. Di Carlo travolge, abbraccia, provoca, emoziona, e perché no, spiazza i propri spettatori con uno spassoso one-man show ricco di entusiasmo, per lasciarsi andare con spensieratezza ad una risata liberatoria. (28 – 3 novembre)

momixGrande attesa per l’arrivo a Roma, a novembre, della più recente creazione del geniale Moses Pendleton che porta i MOMIX a danzare in Alchemy, in prima assoluta per la capitale. Ad ispirare l’immaginazione del coreografo americano è stata l’eterna ricerca dell’oro segreto che vive nel profondo dell’essenza umana. Come gli antichi alchimisti cercavano l’elisir di lunga vita, miscelando le sostanze base, così il Mago della Danza svela al pubblico i segreti dei quattro elementi primordiali – terra, aria, fuoco, acqua – creando uno spettacolo che sprigiona arcane suggestioni e attira in una dimensione di mistero. (5 novembre – 1 dicembre)

i  ragazzi irresistibili

A dicembre arriva anche la commedia con i dialoghi scintillanti de I ragazzi irresistibili, uno dei più famosi testi del maestro della situation comedy Neil Simon. Eros Pagni e Tullio Solenghi interpretano un duo di attori di vaudeville, il varietà d’altri tempi, legati da un esilarante rapporto di amore-odio. Dopo quarant’anni si separano a causa dell’irreparabile disaccordo sulla scelta di ritirarsi dalle scene, ma improvvisa e inaspettata arriva l’occasione di apparire in tv. Sembra facile l’idea di riunirsi un’ultima volta, ma i loro “irresistibili” bisticci sono appena iniziati… (10 – 22 dicembre)

il misteroÈ l’allegria di Lillo & Greg in Il Mistero dell’assassino misterioso a dare il benvenuto al nuovo anno. Ritmi serrati e battute taglienti fanno di questa coppia comica, sempre alle prese con le situazioni paradossali nate dalla loro geniale fantasia, uno show dal divertimento assicurato. Questa volta si ritrovano in una storia di incastri che sembra partire come un classico giallo anglosassone, con tutti gli stereotipi della migliore letteratura del genere, dallo scaltro investigatore all’ambiguo maggiordomo. L’enigma diventa presto una brillante macchina della risata, perché i diversi sospettati sono tanto personaggi di un copione quanto ambiziosi attori che li impersonano, pronti a tutto pur di farsi notare da un fantomatico produttore presente in platea. (26 dicembre – 19 gennaio)

l'orchestra di p. vittorioNon è ancora noto quale spettacolo L’Orchestra di Piazza Vittorio porti a fine gennaio, ma certamente faranno sentire tutta la loro eccezionale presenza. C’è voluta una piazza romana per far incontrare questi eclettici artisti provenienti dai ogni parte del mondo: un caso, un progetto, un sogno, una grandissima scommessa vinta con l’allegria e la voglia di dare vita ad un nuovo suono del mondo. È impossibile chiuderli in un solo genere, così come impossibile è fermare il loro istinto creativo. (21 – 26 gennaio)

supermagicCome ogni anno tra gennaio e febbraio c’è l’imperdibile appuntamento con Supermagic 2014, festival della magia giunto ormai all’undicesima edizione. Uno spettacolo pensato per far sognare gli adulti e che sorprende immancabilmente anche i bambini. I migliori maghi provenienti dai quattro angoli del mondo, musiche originali, luci fantasmagoriche, coreografie mozzafiato, innovazioni tecniche e, soprattutto, la grande magia dal vivo per un evento memorabile. (30 gennaio – 9 febbraio)

il diavoloDopo lo straordinario successo che ha visto oltre 30.000 spettatori accoglierlo su questo palcoscenico nella passata stagione, a grande richiesta Vincenzo Salemme torna con Il Diavolo Custode. Una commedia che si interroga sul comune desiderio di avere una seconda chance nella vita, salvo non essere poi certi di saperla davvero apprezzare. Il mattatore napoletano sa come stuzzicare la voglia di sorridere dei difetti umani ed insieme chiedersi se davvero sia possibile vendere l’anima. (13 febbraio – 2 marzo)

vengo a prendertiEmozioni e risate in chiave noir attendono poi il pubblico di Vengo a prenderti stasera, con Mauro Di Francesco e Nini Salerno per il debutto alla regia di Diego Abatantuono. A dare il via alla surreale vicenda è l’idea che esista una Morte allegra dedicata ai comici. Quando l’ultimo addio spetta ad un cabarettista sfortunato pronto a ribellarsi, la Morte stessa deve tentare di convincerlo con il racconto di come se ne sono andati i grandi artisti che lo hanno preceduto. Partecipazione straordinaria anche sul palco dello stesso Abatantuono, che ogni sera dedica i suoi formidabili “tempi supplementari” agli spettatori pronti ad “esalare” l’ultima risata. (4 – 9 marzo)

l'amoreLa simpatia continua per tutto il mese di marzo con Max Tortora nel suo L’amore e la follia, il vivace spettacolo che lo vede protagonista tra sketch ironici, riflessioni sull’attualità e improvvise incursioni di amici della musica e del teatro. Non mancano le ineguagliabili imitazioni a cui Tortora sa dare corpo, voce e anima, cogliendo unicità e contraddizioni dell’originale, come quando interpretò i suoi mitici Alberto Sordi, Adriano Celentano, Michele Santoro, Franco Califano. (11-30 marzo)

beatlesÈ un vero viaggio pop quello che ad aprile vede il talento bizzarro di Neri Marcorè e l’ironia creativa della Banda Osiris partire con Beatles Submarine alla ricerca dei segreti della più leggendaria band di tutti i tempi. Frammenti biografici, racconti surreali e scritti visionari sono l’occasione per immergersi nella magica cultura beat dei Fabulous Four. Una fantasmagoria visionaria e coloratissima, un caleidoscopio di musica, un concerto spettacolo per vivere le indimenticabili canzoni che hanno fatto la storia. (1-13 aprile)

danza

Forte del crescente apprezzamento di pubblico e critica, dal 17 aprile all’11 maggio l’Accademia Filarmonica Romana e il Teatro Olimpico presentano il Festival Internazionale della Danza 2014, manifestazione giunta alla quarta edizione ed ormai presente come un’affermata realtà del panorama culturale romano.

Tre gli spettacoli attualmente inseriti nel cartellone del Festival, ad iniziare da Amarcord, in cui la danza celebra l’insuperato genio di Federico Fellini ad oltre 20 anni dalla scomparsa. Con le musiche di Nino Rota, le coreografie di Luciano Cannito e Rossella Brescia nel ruolo di Gradisca, il balletto è liberamente ispirato al capolavoro cinematografico del Maestro. Nella sua Rimini onirica scorrono, intensi e nostalgici, piccoli splendidi episodi di vita familiare che danno il sapore di sogno all’esistenza. (17-19 aprile)

aterballettoAterballetto, prestigiosa compagnia italiana di danza contemporanea tra le più stimate sulla scena internazionale, torna al Festival con due coreografie. Rain Dogs dello svedese Johan Inger nasce sulle note dell’omonimo album di Tom Waits, un jazz-blues contaminato da sonorità dinamiche e sperimentali con incursioni folk e rock. workwithinwork, un classico del grande William Forsythe sui Duetti per due violini, vol. 1 (1979-83) di Luciano Berio, è un pezzo suggestivo e intrigante, pieno di vita e di giovinezza, una successione di splendidi e appassionati movimenti che sembrano nascere da uno squarcio nell’aria. (24-25 aprile)

comix

La danza irrompe infine nel mondo dei cartoon con Comics, una creazione di Emiliano Pellisari e la NoGravity Dance Company. Prende vita la fantasia che fa tornare bambini con le suggestioni dei cartoni animati e dell’arte grafica in cui si realizzano i sogni eterni dell’uomo, dal volare nel cielo come uccelli, al nuotare nel mare come pesci o scomporre il corpo umano e farne un fantasma. Così nasce questo gioiello del physical theatre in cui, all’incalzante ritmo di jazz, gesto atletico e sguardo ironico si fondono per chiudere il Festival con irriverente allegria in movimento. (29 aprile – 11 maggio)

ranieri

Conclude la stagione Viviani Varietà, nel quale solo il grande Massimo Ranieri poteva donare volto e voce ad un caposaldo della cultura partenopea. Nel 1929 Raffaele Viviani lascia Napoli per Buenos Aires in cerca di fortuna. La traversata è l’occasione per preparare uno spettacolo di varietà alternando satira e canzoni al ritmo scintillante della speranza, pescando gli artisti tra scugnizzi e sciantose a bordo. Seguendo la tradizione dello spettacolo napoletano, a rappresentare oggi questa avventura sono gli eccezionali interpreti che cantano su musica dal vivo, magistralmente diretti da Maurizio Scaparro. (13 – 25 maggio)

Per permettere agli spettatori di comporre la propria personale programmazione con la massima libertà, anche quest’anno il Teatro Olimpico presenta la formula dell’Abbonamento a Scelta, a partire da 100 euro, da creare con i cinque spettacoli preferiti tra i quattordici proposti (Cantica, PaGAGnini, Ammazza che robba!!!, Alchemy, I ragazzi irresistibili, Il Mistero dell’assassino misterioso, L’Orchestra di Piazza Vittorio, Il Diavolo Custode, Vengo a prenderti stasera, L’amore e la follia, Beatles Submarine, Amarcord, Comics, Viviani Varietà), in un turno a scelta dal martedì alla domenica.

 Come ormai tradizione, ad accompagnare la stagione del Teatro Olimpico

è un testimonial culturale d’eccezione: quest’anno ci affidiamo

all’amico Renzo Arbore, indiscusso fuoriclasse del mondo dello spettacolo.

La presentazione alla stampa sarà inoltre arricchita dalla verve di Max Paiella.

Il Teatro Olimpico desidera ringraziare Maglio Arte Dolciaria.

EMILIANO PELLISARI STUDIO e

NOGRAVITY LTD

presentano

Danzatori

Mariana Porceddu, Patrizio Di Diodato, Chiara Verdecchia,

Valeria Carrassa, Maria Chiara Di Niccola, Carim Di Castro

 Musiche repertorio classico e contemporaneo

rielaborazione/mix

Riccardo Magni ed Emiliano Pellisari

 Consulenti musicali

Domenico Bulla, El Sander, Lorenzo Tozzi

 Voci recitanti

Laura Amadei, Carla Ortenzi e Marion Chiris

 Coreografie

Emiliano Pellisari e Mariana Porceddu

 Costumi

Emiliano Pellisari, Mariana Porceddu e Yari Molinari

 Scenografie e attrezzi di scena

Emiliano Pellisari

 Per volare tra sogno e realtà

dall’8 al 20 ottobre 2013

NoGravity Dance Company

in

CANTICA

una creazione di

EMILIANO PELLISARI

Emiliano Pellisari e la sua compagnia di ballerini acrobati torna quest’anno, in apertura di stagione, con lo spettacolo di grande successo ispirato alla seconda cantica, il Purgatorio, della Divina Commedia.

In Cantica il medioevo fantastico di Dante prende vita attraverso suggestive immagini allegoriche e atmosfere barocche immaginifiche.

Corpi nudi s’intravedono tra le maglie di grandi tessuti semitrasparenti, una gonna candida e leggerissima si libra nell’aria magicamente, bianche sfere volanti creano l’architettura di uno spazio ultramondano.

I danzatori eleganti e raffinati agiscono per mezzo di attrezzi di scena, come vere e proprie creature dell’arte illusoria delle macchine barocche. Le scale di Escher appaiono dal soffitto, i ballerini camminano rovesciati a testa in giù.

Fanno da sfondo i grandi classici della musica: da Bach a Mozart, da Vivaldi a Satie, con piccole incursioni nella musica contemporanea fino a Xenakis.

Ancora una volta, la danza come chiave per entrare nel mondo dello stupore.

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dal 22 al 27 ottobre 2013

 ACCADEMIA FILARMONICA ROMANA

presenta

 Musica: Mozart, Pachelbel, Chopin, Boccherini, Falla, Sarasate, Gainsbourg, U2, e naturalmente… Paganini!

Creazione musicale ed interpeti

Ara Malikian, Eduardo Ortega, Fernando Clemente, Gartxot Ortiz

Direzione musicale: Ara Malikian

Regia e direzione: Yllana

La musica classica sorprende, diverte ed emoziona

PaGAGnini

Occhio alla seconda G del titolo, quella che trasforma questo spettacolo, che torna a Roma a grandissima richiesta dopo il successo in Europa, in divertimento allo stato puro. In scena il quartetto d’archi più esilarante della scena musicale: sfrontato, geniale, comico, in una parola unico. Arrivano vestiti in frac, sembra l’inizio di un normale concerto di musica da camera. Cominciano a suonare, da grandi professionisti quali sono. Ma qualcosa s’intoppa… e così prende il via una divertente parodia dei riti, dei tic, degli stereotipi, delle gerarchie della musica “classica”. Fino a quando uno di loro si innamora di una ragazza del pubblico, chiamata sul palco a interpretare un pezzo di musica contemporanea e diventa impossibile riportare l’ordine in sala.

PaGAGnini unisce in un unico show musica classica, il virtuosismo artistico del violinista libanese di origini armene Ara Malikian e lo humour farsesco del collettivo Yllana. Il risultato è un sorprendente “dis-concerto” che passa in rassegna alcuni dei momenti più alti nella storia della musica classica combinati in maniera ingegnosa a motivi popolari. È da questa combinazione di stili che si crea un altrettanto medley di emozioni, un concerto in cui la serietà e solennità della musica si sposano meravigliosamente con momenti di sottile umorismo.

Questa eccentrica prospettiva unita all’elegante e virtuosa interpretazione di quattro eccezionali musicisti, ha la capacità, provata, di affascinare anche gli spettatori più eruditi, nonché di esaltare ed ispirare un pubblico di tutte le età e di qualsiasi provenienza geografica.

Il genio Paganini è stato un riferimento di particolare importanza durante la creazione di tutto lo spettacolo. Le complesse composizioni del violinista, il carattere spericolato e le sue interpretazioni sorprendentemente talentuose riflettono lo spirito di PaGAGnini.

Allo stesso modo, un continuo di momenti memorabili ci conduce ad una nuova visione di quella che viene chiamata “musica classica contemporanea” dei giorni nostri come gli U2 o il francese Serge Gainsbourg.

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dal 28 ottobre al 3 novembre 2013

ULTRASPETTACOLI

presenta

 Di e con

Alessandro Di Carlo

 Una comicità irriverente e corrosiva

ALESSANDRO DI CARLO

in

AMMAZZA CHE ROBBA!!!

Alessandro Di Carlo è pronto a travolgere, abbracciare, provocare, emozionare, e perché no, anche a spiazzare gli spettatori con questo spettacolo irriverente.

Un nuovo one-man show che prende forma attraverso quel gran mistero umano che è il divertimento, per trovare la poesia in un sorriso e lasciarsi andare alla gioia di una risata liberatoria. Un grande clown dei nostri giorni, pronto a sorprendere ed elettrizzare con la sua proverbiale leggerezza e profonda umanità.

È un cabaret dissacratorio e spassoso a cui Di Carlo si dedica da sempre anima e corpo e che lo ha visto protagonista in tutta Italia per il suo amato pubblico dal vivo, così come nelle molte produzioni televisive fin dai tempi dei suoi esordi a “Stasera mi butto” per proseguire con “Zelig”, “Bulldozer” ed i record di ascolti di SKY Commedy Central.

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

MOMIX, PLANETA MOMIX, DUETTO 2000

in collaborazione con

ACCADEMIA FILARMONICA ROMANA

presentano

                                                                            Creato e diretto da Moses Pendleton

 Co-direttore

Cynthia Quinn

Disegno luci

Michael Korsch

 Disegno costumi

Phoebe Katzin, Moses Pendleton, Cynthia Quinn

  Realizzazione costumi

Phoebe Katzin assistita da

Beryl Taylor, Linda Durovcova, Kimberly Lombard

 Proiezioni video

collage musicale

Moses Pendleton

 Montaggio video

Woodrow F. Dick III

 Montaggio musicale

Andrew Hansen

 Direttore tecnico

Gianni Melis

 Direttore di scena

Fabrizio Pezzotti

L’alchimia, l’oro e il fuoco:

il nuovo incantesimo

dal 5 novembre all’ 1 dicembre 2013

MOMIX in ALCHEMY

Approda finalmente a Roma, in prima assoluta per la capitale, l’ultima straordinaria opera del geniale Moses Pendleton con i suoi superbi ballerini.

Ad ispirare l’immaginazione del mago della danza è questa volta l’eterna ricerca dell’oro segreto che vive nel profondo della nostra essenza, rivelato solo dagli uomini capaci di scrutare il mondo con occhi creativi. Alchemy è dell’arte dell’alchimia e l’alchimia dell’arte, un lavoro pieno di fantasia, di ironia, di bellezza, di mistero.

Proprio in Rosa Alchemica di W.B.Yeats trova spunto la più recente impresa del coreografo statunitense, fedele allo spirito di innovazione che da sempre accompagna la sua celebre compagnia, per accostare la costante ricerca della danza a quella degli “…innumerevoli alchimisti divini, che lavorassero continuamente a trasformare il piombo in oro, la stanchezza in estasi, i corpi in anime, la tenebra in Dio; e di fronte alla loro opera perfetta avvertii il peso della mia condizione di mortale, e invocai a gran voce, come tanti altri sognatori e letterati di questa nostra età hanno invocato, la nascita di quella raffinata bellezza spirituale che sola potrebbe sollevare e rapire anime gravate di tanti sogni.”

Come gli antichi alchimisti cercavano l’elisir di lunga vita o la formula dell’oro, così Pendleton ci svela i segreti dei quattro elementi primordiali – terra, aria, fuoco, acqua – per creare uno spettacolo che sprigiona arcane suggestioni e ci attira in una dimensione surreale.

Una cosa è certa: dopo Alchemy nessuno sarà uguale a prima!

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dal 10 al 22 dicembre 2013

TEATRO STABILE

DI GENOVA

Carlo Repetti (direttore)

Marco Sciaccaluga (condirettore)

presenta

Versione italiana

Giuliana Manganelli

Con

Eros Pagni

Tullio Solenghi

Mariangeles Torres

Massimo Cagnina

Marco Avogadro

Pier Luigi Pasino

Regia

Marco Sciaccaluga

Scene e costumi

Guido Fiorato

Musiche

Andrea Nicolini

Luci

Sandro Sussi

 Uno spumeggiante classico della commedia

EROS PAGNI e TULLIO SOLENGHI

in

I RAGAZZI IRRESISTIBILI

di Neil Simon

Un grande classico della risata per due attori straordinari ed eclettici dalla forte vena comica, per la prima volta insieme sulla scena grazie a questa pièce dal dialogo scintillante.

Due ex comici di vaudeville, dopo aver trascorso insieme più di quarant’anni della loro vita, si separano ponendo fine a una coppia di successo. Mentre Al Lewis (Tullio Solenghi) è andato in pensione e vive tranquillamente la propria vecchiaia, Willie Clark (Eros Pagni) non ha mai perdonato al socio di averlo privato del lavoro molto prima di quanto lui avesse voluto. Ora, per iniziativa del nipote e agente di Willie, la coppia ha l’occasione di ricomporsi per proporre in televisione lo sketch che l’aveva resa celebre.

Annota il regista Marco Sciaccaluga a proposito dei due protagonisti: «Il loro ritrovarsi dopo anni, il tentare una difficile ripartenza nel loro mare che è il teatro, ci racconta di una sete, di una “joie de vivre” che è esplicitamente contenuta nella metafora del vaudeville di cui sono magnifici, anche se un po’ arrugginiti specialisti. C’è tanto di Cechov in questo capolavoro di Neil Simon: il suo sguardo ironico sull’uomo, la sua nostalgia, il suo scanzonato “refrain” del tempo cha passa… Nient’altro che due ragazzi, “irresistibili”, perché irresistibile è l’eterna tentazione che è la vita».

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dal 26 dicembre 2013 al 19 gennaio 2014

LSD edizioni

presenta

Con

Lillo e Greg

Vania Della Bidia

Danilo De Santis

Dora Romano

Regia

Mauro Mandolini

Direttore scena

Diego Caccavallo

Responsabile audio

Fabio Caratelli

Responsabile luci

Fabio Persia

Scenografia

Andrea Simonetti

 Un imperfetto delitto perfetto

 LILLO & GREG

in

IL MISTERO DELL’ASSASSINO MISTERIOSO

Un castello nella campagna londinese, un misterioso maggiordomo, l’omicidio di un’anziana contessa, un investigatore e gli stravaganti sospettati: ecco gli ingredienti per un perfetto giallo, dai toni brillanti, di chiara matrice anglosassone.

Il detective Mallory ha riunito nel Salone principale del castello i sospetti assassini della Contessa Worthington, ma un inatteso accadimento cambierà le dinamiche dell’indagine, minando esponenzialmente la trama del giallo e scatenando gli egoismi e le meschinità degli altri attori disposti a tutto pur di farsi notare da un produttore televisivo presente in platea. L’onnipresente umorismo di situazione e la cornice del giallo rendono la commedia elettrizzante ed esilarante.

Nata da un’idea di Greg e scritta a quattro mani con Lillo, Il Mistero dell’assassino misterioso è la prima commedia del duo in cui si fa centrale la narrazione metateatrale – tanto cara alla coppia – che svela, scardinandolo con un pizzico di perfidia, il delicato equilibrio su cui vivono alcune compagnie di teatro, ma su cui si fondano anche la maggior parte dei rapporti umani: gelosie, meschinità, invidie, rancori e falsità.

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dal 21 al 26 gennaio 2014

L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO

presenta

Direzione artistica

e musicale

Mario Tronco

Si accettano scommesse…

L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO

in … ?

Quale spettacolo uscirà dal cilindro del Cappellaio Matto Mario Tronco?

Per ora si fanno svariate ipotesi, ma nessuno ha la risposta definitiva. Si accettano scommesse…

Cosa porteranno è ancora un segreto, ma ci saranno e si faranno sentire. C’è voluta una piazza romana per far incontrare questi eclettici artisti provenienti dai quattro angoli del mondo: un caso, un progetto, un sogno, una grandissima scommessa vinta con l’allegria e la voglia di dare vita ad un nuovo suono del mondo. Impossibile chiuderli in un solo genere, così come impossibile è fermare il loro genio creativo. Bentornati, nostri amati musicisti itineranti!

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dal 30 gennaio al 9 febbraio 2014

SUPERMAGIC

presenta

Festival della Magia

11ª edizione

Regia

Supermagic

Testi di

Remo Pannain

Disegno Luci

Tommaso Biciocchi

Disegno Fonico

Massimiliano James Mantovani

Casting

Max Cerchietti

Costumi

Chiara Aversano

http://www.supermagic.it

 L’evento magico dell’anno.

SUPERMAGIC 2014

Dopo 10 anni di grandi e sorprendenti successi di pubblico e di critica, Supermagic deve considerarsi un vero e proprio “evento” più che uno spettacolo. Il pubblico romano attende con impazienza di conoscere i prossimi artisti che saranno ingaggiati e visita assiduamente il sito http://www.supermagic.it per sapere in anteprima le novità sullo spettacolo.

Le sorprese non mancheranno nemmeno per l’undicesima edizione: un nuovo cast per un nuovo entusiasmante turbinio di emozioni, con, ovviamente, un nuovo filo conduttore dello spettacolo. Artisti provenienti da tutto il mondo, ma, come sempre a Supermagic, solo i migliori numeri del momento.

Musiche originali, luci fantasmagoriche, coreografie mozzafiato, innovazioni tecniche e, soprattutto, la grande magia dal vivo renderanno anche questa undicesima edizione di Supermagic un evento memorabile, da non farsi scappare.

Una mostra di illusioni ottiche sarà visitabile nel foyer del teatro gratuitamente e, per la prima volta quest’anno, durante l’evento sarà organizzata una scuola della magia per grandi e per piccini.

Supermagic è l’evento magico dell’anno, uno spettacolo pensato per far sognare gli adulti, ma che piace anche ai bambini.

Fuori Abbonamento

dal 13 febbraio al 2 marzo 2014

CHI È DI SCENA

presenta

Scritto, diretto e interpretata da Vincenzo Salemme

Scene

Alessandro Chiti

Costumi

Mariano Tufano

Musiche

Antonio Boccia

Luci

Umile Vainieri

e con (in o.a.)

Nicola Acunzo

Domenico Aria

Franco Cortese

Floriana De Martino

Antonio Guerriero

Raffaella Nocerino

Giovanni Ribò

Produzione

Valeria Esposito

Organizzazione

Gianpiero Mirra

E voi

vendereste l’anima

al diavolo?

VINCENZO SALEMME in IL DIAVOLO CUSTODE

A grande richiesta torna Salemme con il successo di pubblico e critica della scorsa stagione, la più recente commedia del mattatore partenopeo.

Note di regia di Vincenzo Salemme:

Gustavo Gambardella è il classico uomo medio strozzato dai debiti e assediato dalla famiglia. Proprietario di un piccolo bar, per portare avanti questo esercizio ha chiesto un mutuo oneroso alla banca. Ma le cose non vanno bene. La moglie, e non solo la moglie lo rimprovera perchè troppo onesto. Gustavo è combattuto. E’ effettivamente un uomo che crede nei valori come l’onestà e la fedeltà ai propri principi morali, ma è anche un uomo impaurito e insicuro. E proprio per questo rappresenta l’enorme schiera di persone della cosiddetta classe media, perchè in questo momento si sentono sole e abbandonate, sperdute in un mondo dove solo la finanza sembra dettare le regole della vita sociale.

A questo Gustavo un giorno si presenta il Diavolo Custode. Un diavolo tentatore, un diavolo che ama il dubbio e l’inquietudine. Gustavo fa breccia, non vuole ascoltare, il diavolo gli fa paura. Cosa vuole da lui? Lui sta bene, è un uomo felice e sereno. Sono queste le illusioni a cui si aggrappa per affrontare il signore del male. Ma se tutto andasse davvero così bene, gli chiede il diavolo “Come mai allora hai comprato una pistola? A chi vuoi sparare?”.

Quante persone oggi avrebbero bisogno di incontrare il proprio diavolo custode? Facciamo sempre appello all’angelo, ma l’angelo ci protegge, nel caso di Gustavo invece c’è bisogno del dubbio, dell’inquietudine. Quante persone vivono nell’illusione che col tempo tutto si metterà a posto, che in fondo le cose non vanno poi tanto male? E quante persone invece avrebbero bisogno di cambiare vita con coraggio? Il dilemma che si pone a Gustavo è questo: usare la pistola o vendere l’anima al diavolo in cambio di una vita di successi? E voi vendereste l’anima al diavolo?

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dal 4 al 9 marzo 2014

BIS TREMILA

in collaborazione con

CAREMOLI & RUGGERI

presenta

Di

Diego Abatantuono,

Nini Salerno e

Giovanni Bognetti

Con

Mauro Di Francesco e

Nini Salerno

Regia

Diego Abatantuono

Emozioni e risate

in chiave noir

MAURO DI FRANCESCO

NINI SALERNO

in

VENGO A PRENDERTI STASERA

regia e partecipazione straordinaria di DIEGO ABATANTUONO

Una commedia originale che sa dosare emozioni e risate, diretta da un vero e proprio maestro della comicità, Diego Abatantuono, qui alla sua prima regia teatrale.

La trama racconta l’incontro di un cabarettista, al tramonto di una carriera costellata di insuccessi, con la sua Morte, la Morte dei comici. L’attore si ribella mentre la Morte, capace di compiere stupefacenti magie, si prodiga per convincerlo a spirare, ma paradossalmente nel corso di questo ultimo viaggio nascerà una curiosa amicizia. Tra momenti esilaranti s’insinuano riflessioni toccanti: la Morte racconta in modo allegro e ironico la dipartita di grandi artisti campioni della comicità.

E per gli spettatori che desiderano “esalare” l’ultima risata, Abatantuono sarà protagonista in scena di speciali tempi supplementari.

Note di regia di Diego Abatantuono:

Per me si tratta di affrontare un viaggio pieno di buoni profumi. Il profumo dell’amicizia, per prima cosa. Conosco Mauro di Francesco e Nini Salerno da più di quarant’anni, e la nostra storia comune è carica di ricordi. Il Saltimbanco poi è curioso per natura, così quando mi hanno chiesto di impegnarmi nella regia teatrale, ho accettato con entusiasmo. Ed eccomi qua alle prese con una nuova esperienza. Il lavoro vorrei fosse beffardo, agile, sorprendente. E poi lavorare tra amici, come nel nostro caso, è sempre una garanzia. Ho cercato di mettere insieme cifre e schemi stilistici che prima di tutto divertissero noi, oltre che il pubblico.

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dall’11 al 30 marzo 2014

AB MANAGEMENT

presenta

                                                                                                            Scritto, diretto e interpretato da

Max Tortora

con

Stefano Sarcinelli

A zonzo tra racconti, gag, imitazioni e

tanta musica

MAX TORTORA in L’AMORE E LA FOLLIA

Torna Max Tortora sulle tavole del palcoscenico per la gioia di chi ha goduto delle sue performance imitative e comiche, nel corso di questi anni, tra cinema e radio. Sono però le apparizioni televisive a rendergli davvero merito della sua grande capacità imitativa: Alberto Sordi, Luciano Rispoli, Adriano Celentano, Franco Califano e Michele Santoro sono solo alcuni dei personaggi famosi ai quali ha dato corpo, voce e anima. Max Tortora infatti è sempre andato oltre le caricature individuando nei suoi ‘originali’ un’incongruenza o una specificità che, grazie ad una rielaborazione ironica, ha trasformato in esilaranti ed indimenticabili parodie.

Essendo un attento osservatore, Tortora porta in scena le sue considerazioni della realtà e le relative rielaborazioni artistiche: “Sarà un minestrone di attualità, televisione e tanta musica. Il tutto condito con un po’ della mia follia“.

Racchiuse nel titolo sono infatti le due cose che per Max contano nella vita: l’amore e la follia, i binari su cui far scorrere tutto il resto.

In scena con lui un grande artista, Stefano Sarcinelli “che per me è il Gianni Agus dei nostri tempi; è bravissimo, ha i tempi della Commedia dell’Arte. Insieme sul palco siamo perfettamente accordati”.

In nome del fuoco sacro della follia, ogni sera sul palco ci sarà anche qualcosa di nuovo: “voglio ospitare tanti amici con le loro incursioni musicali e teatrali”.

Insomma, sarà un viaggio a zonzo tra racconti, gag, imitazioni e tanta musica.

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dall’1 al 13 aprile 2014

TEATRO DELL’ARCHIVOLTO

presenta

con

Neri Marcorè

e la Banda Osiris

(Carlo Macrì, Gianluigi Carlone, Roberto Carlone, Sandro Berti)

Drammaturgia e regia

Giorgio Gallione

Torna la beatlemania!

NERI MARCORÈ e la BANDA OSIRIS

in

BEATLES SUBMARINE

Beatles Submarine è la beatlemania in palcoscenico, rivisitata dal talento bizzarro e stralunato di Neri Marcorè, cantante e filosofo assurdista e dai quattro professori d’orchestra della famigerata Banda Osiris, musici iconoclasti e ipercreativi.

Uno spettacolo concerto alla gioiosa, fantastica esplorazione dell’universo della più leggendaria band beat / pop / rock di sempre. Un “Magical mystery tour” che raccoglie suggestioni, musiche, frammenti biografici, canzoni e racconti dei favolosi Beatles. Un tessuto narrativo che utilizza i brani più famosi e le caleidoscopiche magie di Yellow Submarine, i surreali racconti di John Lennon, le poesie di Paul Mc Cartney e gli infiniti rimandi che le canzoni e gli scritti dei Beatles hanno reso eterni: dalle pagine dell’Alice in Wonderland di Lewis Carol alle magie surrealiste dell’avanguardia pop, dalle filastrocche per bambini alla poesia lisergica e sperimentale di Allen Ginsberg.

Beatles Submarine crea così una fantasmagoria visionaria e coloratissima, a dimostrazione che il fenomeno Beatles (a 50 anni dalla sua incredibile esplosione) non è stato una moda, ma una vera e propria cultura, fatta di rabbie dolci e fantasia al potere, alla ricerca di una Pepperland creativa che riesce a sconfiggere il silenzio ottuso e perbenista che i “Biechi blu” (i mostri che vogliono annullare musica e colore in Yellow submarine) tentano in ogni epoca di imporre.

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dal 17 al 19 aprile 2014

DANIELE CIPRIANI ENTERTAINMENT

presenta

                                                                                                                               DANZITALIA

Italian Touring Dance Company

Balletto in due atti di Luciano Cannito

Tratto all’omonimo film di Federico Fellini

Musiche di

Nino Rota

e

Marco Schiavoni, Alfred Schnittke, Glenn Miller, canzoni popolari degli

Anni Trenta

Scenografie di

Carlo Centolavigna

Costumi di

Roberta Guidi di Bagno

Luci

Alessandro Caso

Coreografia e regia

Luciano Cannito

Nel ruolo di Gradisca

Rossella Brescia

Tratto dal film

premio Oscar

di Federico Fellini

AMARCORD

con

ROSSELLA BRESCIA

Amarcord, spettacolo di Luciano Cannito, con musiche di Nino Rota, scenografie di Carlo Centolavigna, costumi di Roberta Guidi Di Bagno, è un balletto liberamente ispirato all’omonimo film di Federico Fellini ambientato nella Rimini della prima metà degli anni Trenta, presentato in occasione del 40° anniversario di Amarcord (1973) e del 20° della scomparsa del Maestro (1993).

Fellini ricorda/reinventa la sua vita di ragazzo. Un affresco dell’Italia fra le due guerre, dove il Fascismo e la Chiesa spadroneggiavano influenzando cultura e costume. La storia di Titta e della sua famiglia si inserisce in un contesto di piccoli ritratti e di aneddoti attraverso i quali emerge la spensieratezza e la voglia di vivere degli Italiani dell’epoca. Amarcord coinvolge lo spettatore in un viaggio onirico come lo stile del Maestro, dove tutti si riconoscono in ciò che accade in scena e rivivono insieme il passato.

Rappresentato per la prima volta nel 1995 al Teatro San Carlo di Napoli, Amarcord è stato poi ripreso anche al Teatro alla Scala di Milano, negli Stati Uniti (Metropolitan di New York, Orange County di Los Angeles) e Teatro Massimo di Palermo, riscuotendo ampi successi. Questa versione coreografica è per la prima volta rappresentata a Roma, con la Compagnia Danzitalia e con Rossella Brescia nel ruolo di Gradisca.

Festival Internazionale della Danza 2014

dell’Accademia Filarmonica Romana

e del Teatro Olimpico.

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

24 e 25 aprile 2014

ATERBALLETTO

presenta

                                                                                                                                  Rain Dogs

Coreografie

Johan Inger

Musica

Tom Waits

Scenografia

Johan Inger

Costumi

Johan Inger

Disegno luci

Peter Lundin

workwithinwork

Coreografie

William Forsythe

Musica

Luciano Berio

Scenografia e luci

William Forsythe

Costumi

Stephen Galloway

Messa in scena

Francesca Caroti e

Allison Brown

Due intensi lavori contemporanei

ATERBALLETTO in RAINDOGS/WORKWITHINWORK

“Magnifica” – “di rara bellezza” – “attuale e vitale” – “la più agile, fresca, coraggiosa” – “attraente ed elegante” sono solo alcuni dei commenti della stampa italiana ed estera dedicati alla prestigiosa formazione Aterballetto, tra le compagnie italiane di danza contemporanea più apprezzate sulla scena internazionale.

Rain Dogs è una delle recenti creazioni dello svedese Johan Inger, già direttore artistico del Cullberg Ballet e attuale coreografo associato del Nederlands Dans Theater. Il balletto nasce sulle note dell’omonimo album di Tom Waits, un jazz-blues contaminato da sonorità dinamiche e sperimentali con incursioni folk e rock. Ad ispirare Inger è “… un carattere esotico in Tom Waits che richiama gli Stati Uniti di Charles Bukowski, c’è un odore, ci sono dei colori che la sua voce riesce a catturare… Ho sentito che la sua voce funzionava bene con il mio movimento e il mondo che immaginavo“.

workwithinwork, capolavoro del maestro Forsythe, è un pezzo suggestivo e intrigante, pieno di vita e di giovinezza: “trenta minuti di vertiginosa bellezza”. Forsythe rompe l’illusione coreografica accademica con la sua l’anticonvenzionalità per creare un avvincente viaggio emotivo attraverso gli stati d’animo suggeriti dalla musica. Un flusso quasi incessante di movimenti, una corrente fluida e vorticosa che sembra plasmare a proprio piacimento le traiettorie sul palco, guidata dai ritmi incalzanti dei Duetti per due violini, vol. 1 (1979-83) di Luciano Berio. Da un incontro bellicoso tra due uomini ad un tenero passo a due. Impersonali, ma al tempo stesso appassionati: potenzialità fisiche, movimenti che sembrano nascere da uno squarcio nell’aria.

Festival Internazionale della Danza 2014

dell’Accademia Filarmonica Romana

e del Teatro Olimpico.

Fuori Abbonamento

dal 29 aprile all’11 maggio 2014

EMILIANO PELLISARI STUDIO e

NOGRAVITY LTD

presentano

                                                                                                                                  Danzatori

Mariana Porceddu

Daniele Sorisi

Antonella Perazzo

Julien Lambert

Valentina Iaia

Pierpaolo Trani

Musiche

Jazz e classica

con suggestioni da

John Coltrane, Bill Evans, Miles Davis, George Gershwin, Erik Satie

Rielaborazione/mix

Emiliano Pellisari Studio

Consulente musicale

Domenico Bulla

Coreografie

Emiliano Pellisari eMariana Porceddu

Costumi

Alessandra Matera, Emiliano Pellisari e Mariana Porceddu

Scenografie e

attrezzi di scena

BATO e

Emiliano Pellisari

La danza irrompe nel mondo dei cartoon.

NoGravity Dance Company in COMICS

una creazione di

EMILIANO PELLISARI

Dall’autore di Inferno – capace di sbalordire il grande pubblico con immagini strabilianti – ecco l’ultima evoluzione di un gioiello del physical theatre nato dalla fucina di Emiliano Pellisari Studio, ormai di casa sul palcoscenico del Teatro Olimpico.

Dal mondo dei fumetti tante piccole grandi storie fantastiche dove il gesto atletico e la comicità creano un mix di comicità e divertimento. Uno spettacolo che nasce dalle suggestioni dei cartoni animati e dall’arte grafica dove si realizzano i sogni eterni dell’uomo: volare nel cielo come uccelli, nuotare dentro il mare come pesci o scomporre il corpo umano e farlo scomparire come fantasmi. Comics è gioia in movimento, gesto atletico e divertimento a ritmo di jazz.

Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con il FLIC Scuola di Circo di Torino, diretta da Matteo Lo Prete.

Festival Internazionale della Danza 2014

dell’Accademia Filarmonica Romana

e del Teatro Olimpico.

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico

dal 13 al 25 maggio 2014

RA.MA 2000 International

presenta

in collaborazione con

GLI IPOCRITI coop s.p.a.

Poesie, parole e musiche del Teatro di

Raffaele Viviani

in prova sul piroscafo Duilio in viaggio da Napoli a Buenos Aires nel 1929

Regia

Maurizio Scaparro

con

Ernesto Lama

e con

Roberto Bani, Angela De Matteo, Mario Zinno, Ivano Schiavi, Gaia Bassi, Rhuna Barduagni,

Antonio Speranza, Simone Spirito, Martina Giordano

Orchestra

Aniello Palombo, Chitarra

Ciro Cascino, Pianoforte

Luigi Sigillo, Contrabbasso

Donato Sensini, Fiati

Mario Zinno, Batteria

Elaborazione musicale Pasquale Scialò

Testi a cura di

Giuliano Longone Viviani

Scene e costumi

Lorenzo Cutuli

Movimenti coreografici Franco Miseria e

Massimo Ranieri

L’emozione

del teatro e della canzone napoletana.

MASSIMO RANIERI in

VIVIANI VARIETÀ

Nel 1929 sul piroscafo Duilio, Massimo Ranieri/Raffaele Viviani attraversa l’oceano da Napoli a Buenos Aires con la sua compagnia di attori e musicisti. Nella lunga traversata mette in prova lo spettacolo destinato a cercar fortuna nell’orizzonte di promesse e speranze del nuovo mondo, ma il vero debutto avverrà col pubblico degli emigranti imbarcati sulla nave per festeggiare la notte del passaggio dell’Equatore.

Massimo Ranieri e Maurizio Scaparro ricompongono la galleria di ritratti in musica che Viviani ha disseminato nelle sue opere, riunendo nelle sale di terza classe il popolo vitale degli scugnizzi, degli ambulanti, delle prostitute e della povera gente per farne i protagonisti e gli spettatori del varietà popolare che va in scena. Nella sala del piroscafo affacciata sul blu dell’oceano, scorrono le melodie più note di Viviani; Ranieri ed il nutrito cast di attori cantano rigorosamente in acustica, accompagnati dal vivo dall’orchestra.

Note di regia di Maurizio Scaparro:

“È passato oltre un secolo dalla nascita del Varietà come genere e, nella più assoluta imprevedibilità, è diventato un fenomeno culturale autonomo per originalità di idee, stimolanti confronti e provocazioni, commistioni di linguaggi che hanno talvolta cambiato la fisionomia del teatro in Europa. Raffaele Viviani e il suo teatro, le sue parole e il suo canto scenico, privilegiavano quella parte che nasceva o si sviluppava in quel vitalissimo giacimento culturale e musicale che erano la Napoli dei quartieri e quella parallela, urbana, aperta alla influenza e alle commistioni con il Varietà europeo. Come osservava Vasco Pratolini «Viviani non sta alla finestra, ma sulla strada da dove nasce… e il popolo napoletano da pretesto diventa soggetto di poesia e, rappresentandosi, si rivela a se stesso, grida le proprie ragioni, si giudica e si conforta».”

Nell’Abbonamento a Scelta del Teatro Olimpico.

8 20 ottobre 2013

EMILIANO PELLISARI STUDIO e NO GRAVITY LTD presentano

No Gravity Dance Company

in Cantica

Una creazione di Emiliano Pellisari

 22 27 ottobre 2013

ACCADEMIA FILARMONICA ROMANA presenta

PaGAGnini

28 ottobre – 3 novembre 2013

ULTRASPETTACOLI presenta

ALESSANDRO DI CARLO

Ammazza che robba!!!

Stagione 2013 . 2014

5 novembre – 1 dicembre 2013

MOMIX , PLANETA MOMIX, DUETTO 2000

in collaborazione con ACCADEMIA FILARMONICA ROMANA

presentano

MOMIX

Alchemy

uno spettacolo di Moses Pendleton

1022 dicembre 2013

TEATRO STABILE DI GENOVA presenta

EROS PAGNI – TULLIO SOLENGHI

I Ragazzi Irresistibili

di Neil Simon

26 dicembre 2013 – 19 gennaio 2014

LSD EDIZIONI presenta

LILLO & GREG

Il Mistero dell’assassino misterioso

21 26 gennaio 2014

L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO presenta

L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO …?

30 gennaio- 9 febbraio 2014

SUPERMAGIC presenta

Supermagic 2014

Festival della Magia – 11ª edizione

13 febbraio- 2 marzo 2014

CHI È DI SCENA presenta

VINCENZO SALEMME

Il Diavolo Custode

4 9 marzo 2014

BIS TREMILA in collaborazione con

CAREMOLI & RUGGERI

presenta

MAURO DI FRANCESCO – NINI SALERNO

Vengo a prenderti stasera

regia e partecipazione straordinaria di

DIEGO ABATANTUONO

1130 marzo 2014

AB MANAGEMENT presenta

MAX TORTORA

L’amore e la follia

113 aprile 2014

TEATRO DELL’ARCHIVOLTO presenta

NERI MARCORÈ – BANDA OSIRIS

Beatles Submarine

1719 aprile 2014

DANIELE CIPRIANI ENTERTAINMENT presenta

Amarcord

con ROSSELLA BRESCIA

Festival Internazionale della Danza 2014

dell’Accademia Filarmonica Romana e del Teatro Olimpico

2425 aprile 2014

ATERBALLETTO presenta

ATERBALLETTO

Rain Dogs / workwithinwork

coreografie di Johan Inger e William Forsythe

Festival Internazionale della Danza 2014

dell’Accademia Filarmonica Romana e del Teatro Olimpico

29 aprile- 11 maggio 2014

EMILIANO PELLISARI STUDIO e NO GRAVITY LTD presentano

No Gravity Dance Company

in

Comics

Una creazione di Emiliano Pellisari

Festival Internazionale della Danza 2014

dell’Accademia Filarmonica Romana e del Teatro Olimpico

1325 maggio 2014

RA.MA 2000 INTERNATIONAL

in collaborazione con GLI IPOCRITI COOP S.P.A.

presenta

MASSIMO RANIERI

Viviani Varietà

regia di Maurizio Scaparro

Stagione 2013 . 2014

Abbonamento a Scelta

5 spettacoli a scelta tra quelli proposti

Prezzi (inclusivi di prevendita)

Poltronissima € 145

Poltrona e Prima Balconata € 125

Seconda balconata € 100

Come Acquistare

Online presso il sito http://www.teatroolimpico.it dal 20 giugno

Al telefono con carta di credito Visa, Mastercard e AmericanExpress

Al botteghino con carta di credito, bancomat e in contanti

Punti vendita elenco disponibile nella sezione dedicata del sito

Botteghino

Piazza Gentile da Fabriano, 17 – Roma

Orario estivo: dal lunedì al venerdì 10:00-13:00 / 14:00-18:00

Orario invernale, dal 9 settembre: tutti i giorni 10:00-19:00

Info & Biglietti: 06.32.65.991 – biglietti@teatroolimpico.it

Il programma potrà subire variazioni.

Gli aggiornamenti saranno disponibili online www.teatroolimpico.it

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: